Tecniche per la birra fatta in casa

Procedimento corso birrificazione all grain

Procedimento corso birrificazione all grain

In questo mini corso per birrificazione all grain vedremo il procedimento, l'attrezzatura e scoprire come muovere i primi passi per questo metodo. Questo metodo richiede attrezzature, studio e tempistiche molto differenti rispetto ai normali malti luppolati ma può dare molte soddisfazioni.

Qui si analizzano principalmente le fasi della birrificazione, ma esistono vari sistemi e infinite tipologie di impianti su cui alcune fasi hanno delle differenze.

SANIFICAZIONE:

Prima di cominciare a lavorare ricordatevi che la santificazione è molto importante e che l'attrezzatura dev'essere sempre santificata.

MACINATURA NELLA BIRRIFICAZIONE ALL GRAIN

Macinare il malto in grani, importante è che i chicchi vengano spezzati ma non creando eccessiva farina che potrebbe creare problemi di filtrazione.

IL MASH NELLA BIRRIFICAZIONE ALL GRAIN

Preparare una pentola con acqua a temperatura del primo step di mash.
Il mash è la saccarificazione dell' amido del malto. Questo processo serve a trasformale l'amido in zuccheri fermentescibili per fare in modo che successivamente questi zuccheri vengano trasformati in alcool durante la fermentazione.

Dopo aver inserito il malto macinato nell'acqua l’acqua, controllare la temperatura con un termometro e portare la temperatura alla misurazione del primo step di mash.

Mantenere questa temperatura per il tempo indicato.
Tenere il composto in movimento di quanto in quanto per fare in modo che il composto sia uniformante scaldato.

Seguire le rampe di mash come segnate dalla ricetta.

Finiti gli step di mash fare la prova con la tintura di iodio per verificare l’avvenuta saccarificazione
(in un piattino bianco versare alcune gocce di mosto e aggiungere una goccia di tintura: l’assenza di sfumature di colore blu-violaceo è la conferma), in caso negativo proseguire fino ad avvenuta saccarificazione.

BUTTARE IL CAMPIONE CON LA TINTURA DI IODIO

Nel frattempo preparare l’acqua per lo sparging portando circa 15 litri d’acqua a circa 78°C

SPARGING NELL' ALLGRAIN

Il processo ora prevede il lavaggio delle trebbie, versare l'acqua preparata precedentemente per versarla sopra le trebbie.
Solitamente la quantità d'acqua consigliata per questa operazione è di 3 lt per Kg di malto.
Eliminare le trebbie e filtrare il mosto per procedere alla bollitura

FILTRAZIONE

Filtrare il mosto lentamente in un altra pentola per procedere con la bollitura.

BOLLITURA DEL MOSTO

Bollire il mosto seguendo la ricetta effettuando le gittate di luppolo.
Il luppolo che si inserisce ad inizio bollitura dona l'amaro alla birra mentre le gittate finali (quelle che bollono per meno tempo)
donano aroma alla birra.

I luppoli vanno tenuti all' interno del mosto fino a fine bollitura.

WHIRLPOOL
Il Whirlpool è un metodo molto utilizzato nella birra in casa.

Il Whirlpool è un sistema comune utilizzato dai birrifici per separare il luppolo (solitamente in pellet) dal mosto dopo la bollitura.
In sostanza il mosto viene fatto girare con rapidità fino a creare un mulinello che lascia i residui di luppolo al centro del tino di bollitura.

Gli Homebrewers possono utilizzare il whirlpool nel loro processo di birrificazione.

Con una paletta o un mestolo abbastanza grande si gira con forza il mosto in una sola direzione sino a vedere un mulinello, aspettiamo 10-15 minuti e preleviamo lentamente il mosto dal rubinetto.

In questo modo la maggior parte del luppolo non finirà nel fermentatore per un miglior risultato nella birra finita.

RAFFREDDAMENTO

Raffreddare velocemente il mosto con una serpentina di raffreddamento o uno scambiatore a piastre, dopodiché passare il mosto nel fermentatore e procede all'inoculo del lievito quando la temperatura è compresa tra i 18 e 25 gradi.

La fermentazione e i processi successivi sono gli stessi che si effettuano con i malti luppolati.